Cosa succede durante un esame di ginecologia?

Anche se la maggior parte delle donne non lo aspetta, un esame ginecologico annuale è una necessità. Un normale esame di ginecologia inizia normalmente con un giro di domande. Verrà quindi registrato il peso, la pressione sanguigna e l’altezza del paziente e verrà istruita per spogliarsi. Il medico allora esaminerà i suoi seni e gli organi riproduttivi.

Medici e infermieri solitamente chiedono una serie di domande durante un esame di ginecologia. Ad esempio, durante il primo esame di ginecologia di un paziente, sarà probabilmente chiesto la sua storia medica così come la storia medica della sua famiglia. Le domande sui periodi mestruali, l’attività sessuale, il controllo delle nascite e le gravidanze precedenti non sono anche rare.

Dopo che un’infermiera registra il peso, l’altezza e i segni vitali di un paziente, la installa poi a scendere i vestiti. Il paziente riceverà un abito di carta sottile e forse un foglio. La maggior parte degli uffici ginecologici, tuttavia, consente alle donne di lasciare i loro calzini.

Il medico entrerà quindi nella sala d’esame. Dovrebbe sempre essere accompagnato da un’infermiera femminile. Questo aiuta a garantire che il paziente sia protetto da qualsiasi tipo di abuso sessuale. Aiuta anche a proteggere il medico da false accuse.

Un esame del seno è solitamente la prima parte della parte fisica di un esame ginecologico. Durante questo esame, il medico di solito visualizza visivamente visivamente i seni in primo luogo. Li sentirà per tutte le anomalie, come grumi. Mentre sta facendo questo, egli può anche informare un paziente su come eseguire un esame di sana mente a casa.

L’esame pelvico è tipicamente la prossima parte di un esame di ginecologia. Per eseguire questo esame, il paziente dovrà muovere i fianchi fino alla fine della tabella di esame. Poi riposerà i piedi in due staffe alla fine del tavolo d’esame e si allargherà le ginocchia. Alcune tavole di esame ginecologiche hanno anche ripari separati per le ginocchia del paziente.

Il ginecologo prima ispezionerà la porzione esterna della vagina, cercando qualsiasi segno di infezione o malattia sessualmente trasmessa. Ciò può includere cose come irritazione, scarica, piaghe, o anche parassiti come pidocchi pubici. Quando questa ispezione è completa, si trasferisce per esaminare gli organi sessuali interni.

Per fare questo, avrà bisogno di uno strumento chiamato speculum. Questo strumento è utilizzato per diffondere le pareti della vagina, ed è di solito fatto di plastica o metallo, che può essere abbastanza freddo. La maggior parte dei medici lubrifica l’attrezzo o la vagina per facilitare l’inserimento, ma per molti pazienti questo può essere abbastanza scomodo. Una volta che le pareti della vagina si diffondono, il medico sarà in grado di vedere la cervice di un paziente. Sarà quindi solitamente raccogliere campioni di muco e cellule dalla cervice. Questi campioni possono essere usati per diagnosticare determinate condizioni mediche, come le malattie trasmesse sessualmente e il cancro.

Molte volte, un ginecologo inserirà anche un dito nella vagina e premere l’addome con l’altra mano. Facendo questo, è in grado di scoprire cose come dove si trova la cervice e la sua dimensione. Può anche essere in grado di sapere se c’è un gonfiore o un’infezione in queste aree. Non è anche raro che un ginecologo inserisca un dito nel retto, che possa far sentire anomalie dietro l’utero.

Mentre un esame di ginecologia può essere molto stressante, è importante rilassarsi, poiché i muscoli di strisciamento causeranno la parte interna dell’esame più dolorosa. Un paziente può rilassarsi prendendo respiro profondo. Un medico può anche cercare di aiutare un paziente a rilassarsi facendo piccolo parlare.