Che cosa è un batteriostatico?

Un batteriostatico è un composto che ha l’effetto di prevenire la crescita batterica. Questi agenti non uccidono batteri come composti battericidi, ma limitano ulteriormente la replica dei batteri nel sito dove vengono introdotti. Diversi farmaci antibiotici sono agenti batteriostatici, con tetracicline che sono un esempio notevole. Mentre i farmaci che uccidono attivamente batteri sono preferiti per molti tipi di trattamenti, ci sono impostazioni in cui questi farmaci possono essere migliori per il trattamento delle infezioni batteriche.

Questi farmaci possono funzionare in diversi modi: una tecnica comune è quella di interferire con la replicazione del DNA nei batteri bersaglio o inibire la produzione di proteine. Quando ciò accade, gli organismi non sono in grado di moltiplicarsi e, alla fine, essi muoiono, permettendo al sistema immunitario di elaborarli e rimuoverli dal corpo. Questo è uno dei motivi per cui è finito di completare un corso di antibiotici se critico. Se qualcuno di un farmaco batteriostatico smetta di prenderlo, i batteri inibiti possono cominciare a replicare di nuovo, causando l’infezione a ripetersi.

I corsi di questi farmaci tendono ad essere più lunghi di quelli di alcuni composti battericidi, perché è importante inibire pienamente la crescita batterica fino a quando tutti gli organismi sono morti. In dosi elevate, alcuni di questi farmaci possono anche essere in grado di uccidere i batteri oltre a sopprimere la crescita. Un medico può prescrivere tali farmaci per una serie di motivi, a seconda della natura dell’infezione di un paziente e di altri fattori.

Le aziende farmaceutiche producono anche acqua batteriostatica per l’iniezione. Questo prodotto viene trattato in modo che i batteri non possano crescere in esso mentre vengono conservati, trasportati e preparati per la consegna. Queste ampule possono essere mescolate con altre soluzioni per iniezione e utilizzate in ambito clinico e ospedaliero nel trattamento del paziente. Anche se la soluzione stessa è batteriostatica, è ancora possibile che la contaminazione si verifichi se il tiro non viene eseguito correttamente o l’ambiente non viene mantenuto pulito.

Come per altri antibiotici, esiste il rischio che l’uso di composti batteriostatici troppo liberamente possa consentire ai batteri di sviluppare resistenza a loro. Per questo motivo questi farmaci sono prescritti solo quando sono chiaramente necessari ei pazienti vengono ricordati di completare i corsi di medicinali in modo da non contribuire allo sviluppo di batteri resistenti agli antibiotici. Tali batteri possono essere particolarmente problematici per le persone con sistemi immunitari compromessi che non dispongono nemmeno di rudimentali difese naturali contro batteri e altri microrganismi e che possono provocare gravi infezioni.