Cosa causa la cecità del colore?

La cecità dei colori è spesso una deficienza visiva genetica che limita i colori che un individuo può rilevare. La maggior parte delle persone con questa condizione non solo vede in bianco e nero. I colori colpiti sono di solito limitati a verde e rosso, che spesso appaiono come tonalità di marrone o marrone. Meno spesso, anche il colore blu può essere influenzato.

L’occhio umano rileva il colore con i fotorecettori situati sulla retina sul retro dell’occhio. Questi fotorecettori vengono in due tipi, barre e coni. I tiranti riempiono i bordi periferici della retina e vengono utilizzati in condizioni di scarsa illuminazione, come ad esempio nella visione notturna. I tiranti non rilevano bene il colore, ma permettono alla gente di vedere al buio.

I coni appaiono in tutta la retina e contengono pigmenti sensibili a determinati colori. I pigmenti comunicano con il cervello quando vengono licenziati. È così che una persona rileva il colore. I coni necessitano di una luce più luminosa in funzione delle bacchette, ed è per questo che non possiamo vedere i colori al buio.

La cecità del colore è il risultato di alcuni coni che erroneamente interpretano le lunghezze d’onda corrispondenti ai rispettivi colori. I colori rossi, verdi e blu hanno lunghezze d’onda corrispondenti. Le lunghezze d’onda rosse sono più lunghe, i colori verdi generano lunghezze d’onda medie e i colori blu sono fatti di lunghezze d’onda più brevi. Se i coni verdi, ad esempio, rispondono solo a lunghezze d’onda leggermente più lunghe, il verde verrà interpretato dal cervello come rosso.

Non c’è cura per la cecità dei colori, ma di solito non è una condizione inibitoria. I semafori rossi e verdi potrebbero apparire come sfumature dello stesso colore, ma coloro che sono ciechi utilizzano la posizione della luce come indicatore di quando fermarsi o andare. La cecità di colore diventa più un problema se il lavoro richiede la separazione dei colori. Questo potrebbe essere il caso di un artista o di un designer, ad esempio, o di un elettricista che deve vedere schemi di cablaggio rosso, verde e giallo.

Gli studi suggeriscono che l’otto per cento della popolazione maschile del mondo è geneticamente ciechi di colore, mentre meno dell’1 per cento della popolazione femminile è influenzata. Oltre all’eredità genetica, alcune malattie o danni agli occhi possono causare cecità dei colori. Come la gente invecchia, la sensibilità ai colori può diminuire a causa di degenerazione maculare, cataratta o altre condizioni.