Cosa provoca uno stomaco gassoso?

La maggior parte delle persone ottiene un gastrico stomaco a causa di qualcosa che mangiava o bevuto. Una delle cause più comuni è le bevande gassate, anche se molti altri cibi possono portare ad una produzione eccedente di gas allo stomaco. Alcune malattie, e anche alcuni farmaci, possono causare o contribuire al problema. Mentre può essere imbarazzante e scomodo, il gas dello stomaco è di solito innocuo. Può talvolta essere un sintomo di una malattia o di una malattia, tuttavia, casi così severi o lunghi devono essere segnalati a un medico.

Un sano sistema digestivo è confezionato con miliardi di batteri di diverse specie diverse, alcune delle quali producono gas di scarico metabolizzando cibo non digerito. Anche nel sistema digestivo sono batteri che assorbono e metabolizzano questi gas e producono altri tipi di rifiuti. L’equilibrio dei batteri presenti nel sistema digestivo influenza abbastanza profondamente sulla quantità di gas che il corpo espelle e un turbamento in questo equilibrio spesso porta ad eccesso. Sia la dieta che la salute digestiva svolgono un ruolo nella determinazione dell’equilibrio dei batteri nell’intestino.

Una causa comune di gas allo stomaco sta deglutendo più aria o gas rispetto al normale. Ad esempio, bere qualsiasi tipo di bevanda gassata comporterà questo problema, semplicemente perché quelle bevande contengono anidride carbonica disciolta. Gum e caramelle dure possono anche aumentare il rischio, perché le persone tendono a ingoiare più spesso quando masticano o succhiano su di loro. L’eccesso di deglutizione dell’aria può verificarsi anche quando si mangia un grande pasto, mangiando rapidamente o quando il cibo non viene masticato accuratamente.

Molte persone soffrono di gonfiore e flatulenza dopo aver mangiato i prodotti lattiero-caseari. Le persone che sono intolleranti al lattosio non possono facilmente digerire lo zucchero di latte, il che significa che grandi quantità di lattosio passano dallo stomaco nel colon. I batteri li metabolizzano e producono gas. Per analoghi motivi, una dieta ad alto contenuto di fruttosio può causare la stessa problematica per alcune persone, e gli alimenti di amido, quali le patate e il mais, possono causare uno stomaco gassoso.

Gli alimenti grassi possono anche causare questo problema, in quanto richiede il corpo più a digerire. Ciò significa che i batteri hanno più tempo a lavorare e producono più sprechi. Oltre ad essere più sano per altri motivi, mangiare meno cibi ad alto contenuto di grassi può consentire allo stomaco di svuotare più rapidamente, sollevando quella sensazione gassosa.

L’aumento dell’alimentazione alimentare alimentare è un buon modo per migliorare la salute digestiva, ma può portare ad una maggiore produzione di gas digestivo. Alcuni dei peggiori delinquenti sono i fagioli, i broccoli, i cavoli di Bruxelles, il cavolfiore e il cavolo. Questo eccesso si verifica perché la fibra alimentare non viene digerita nello stomaco, invece passando nel colon, dove gran parte di esso viene metabolizzata dai batteri produttori di gas. Un aumento graduale della fibra alimentare contribuisce ad alleviare questo problema, perché dà sia il sistema digestivo e la sua popolazione batterica ad adattarsi alla fibra aggiunta.

Le malattie gastrointestinali spesso causano uno stomaco gassoso oltre a sintomi quali gonfiore, crampi, dolori e diarrea. Tali malattie includono sindrome dell’intestino irritabile, colite ulcerosa e malattia di Crohn, nonché malattie infettive come la gastroenterite. Nel caso della gastroenterite, i sintomi scompaiono normalmente una volta che la malattia ha corso il suo corso.

Quando la causa è una condizione cronica come la sindrome dell’intestino irritabile, i sintomi sono in corso e possono persistere anche quando trattati con farmaci o modifiche alimentari. Questo perché le malattie gastrointestinali croniche interferiscono con la digestione, e il cibo è più probabile passare attraverso lo stomaco e nel colon. Il trattamento di tali condizioni è difficile e una persona con una di queste malattie croniche potrebbe aver bisogno di provare diversi farmaci e cambiamenti dietetici per ottenere una combinazione che aiuta a controllare i sintomi.

Alcuni tipi di medicinali possono causare uno stomaco gassoso o perché interferiscono con la digestione o perché alterano l’equilibrio delle popolazioni batteriche presenti nel tratto gastrointestinale. Ad esempio, l’assunzione di antibiotici può causare problemi digestivi perché questi farmaci sono stati progettati appositamente per uccidere i batteri. Gli antibiotici ad ampio spettro sono tipicamente i colpevoli perché possono essere metabolizzati da una vasta gamma di specie. Altri tipi di farmaci, inclusi alcuni farmaci usati per trattare il diabete di tipo 2, possono portare ad una maggiore produzione di gas, perché bloccano la digestione di carboidrati nello stomaco.

Quando gli antibiotici sono colpiti, i sintomi si risolvono tipicamente nel tempo, una volta completato il corso del farmaco. Prendendo integratori probiotici o mangiando yogurt alla cultura viva per pochi giorni può contribuire a migliorare la situazione, in quanto ciò contribuirà a ricostituire le popolazioni del corpo di batteri che assorbono gas. I probiotici, oltre a formulazioni che riducono il consumo di gas, possono essere utili anche quando si devono assumere farmaci a lungo termine.

Nella maggior parte dei casi, le cause del gas eccessivo possono essere attaccate a un motivo innocuo, come un cambiamento nella dieta o nelle abitudini alimentari. Alcune cause sono tuttavia più gravi, quindi è una buona idea per chiunque abbia sintomi che durino più di una settimana o sono accompagnati da altri problemi di digestione per parlare con un medico. I segni comuni di un problema più grave includono sintomi come dolore allo stomaco grave, sangue feci, febbre, vomito e dolore toracico.

Se il fornitore di servizi sanitari sospetta che una condizione medica più grave potrebbe causare i sintomi, potrebbe ordinare dei test del sangue o di una prova di imaging, ad esempio un’ecografia dello stomaco. In alcuni casi, una tomografia computerizzata (CT) o una risonanza magnetica (MRI) potrebbero aiutare a diagnosticare la causa.