Quali sono gli effetti collaterali di kombucha?

Kombucha è un tè fermentato popolare in tutto il mondo e recentemente negli Stati Uniti che è stato associato con benefici per la salute e rischi. Anche se alcuni sostengono che questo tè può prevenire il cancro, migliorare la digestione e stimolare il sistema immunitario, ci sono stati rapporti di gravi effetti collaterali. Alcune persone hanno avuto reazioni allergiche e problemi digestivi, mentre altri hanno avuto reazioni tossiche e hanno sviluppato un’acidosi metabolica. Gli effetti collaterali di Kombucha possono superare i benefici sanitari riportati per alcuni individui.

Problemi digestivi tra cui stomaco e reazioni allergiche sono comunemente riportati effetti collaterali di Kombucha. Alcuni consumatori possono avere nausea, vomito e dolore al collo. Ci sono stati casi di ittero associati a Kombucha.

Alcuni altri effetti collaterali sono più gravi ma rari. Il contenuto acido del tè può causare acidosi metabolica. Questa condizione è il risultato di un elevato livello di acidità nel sangue e può causare un ictus o anche causare la morte. Un altro degli effetti collaterali rari ma gravi di Kombucha è il possibile danno epatico.

Il modo in cui Kombucha viene spesso prodotto può contribuire ad alcuni effetti collaterali noti della bevanda. Kombucha è in realtà una colonia di lieviti e batteri mescolati con tè verde o nero e fermentati. Poiché il tè è comunemente fatto a casa in condizioni nonsterili, una persona potrebbe essere a rischio di bere Kombucha che ha contaminazione derivante dalla crescita di muffe e batteri nocivi.

Se Kombucha viene preparata in vasi di ceramica smaltata, gli acidi di tè possono lasciare il piombo dalla smalto. Il consumo di Kombucha prodotto in questo modo può causare avvelenamento da piombo. Come piombo si sviluppa nel corpo per un lungo periodo di tempo, può causare gravi problemi di salute e può anche essere fatale.

Altri effetti collaterali di Kombucha possono derivare dal contenuto di alcool nelle versioni non pastorizzate del tè. Il contenuto alcolico di alcune marche potrebbe essere pari al 3%, o l’equivalente di alcune birre. Alcuni consumatori di Kombucha hanno segnalato la sensazione di ronzare e molti rivenditori negli Stati Uniti hanno tirato la bevanda dai loro ripiani in attesa di una risoluzione.

Ci sono pochissime prove dirette in questo momento che Kombucha fornisce uno dei benefici per la salute associati a questa bevanda. I conti aneddoti, nonché gli studi di laboratorio e di animali, costituiscono la maggior parte delle prove di supporto. Nessuna grande rivista medica ha pubblicato i risultati di un processo umano finora. Kombucha dovrebbe essere consumato con cautela fino a quando non ci sono prove definitive di suoi benefici e rischi.