Quali sono i sintomi del narcisismo?

I sintomi del narcisismo possono essere abbastanza ampi perché la definizione del termine stesso è ampia. Il narcisismo può riferirsi ad una condizione psicologica abbastanza normale o anormale dell’amore di sé o di una forma di elitismo all’interno dei gruppi sociali. Il disturbo narcisistico della personalità, tuttavia, è la categoria più popolare per cui è utilizzato il termine e descrive un senso di vanità o egoismo inordinata che un individuo espone nelle impostazioni sociali e culturali. Esso comprende tali preconcetti di base come una sensazione di essere migliori o più importanti di altri, una tendenza ad esagerare i successi e le abilità personali, e un desiderio e aspettative per la lode e il trattamento speciale.

Il narcisismo come forma di malattia mentale è stato definito da Sigmund Freud, il noto 19 ° centesimo fondatore della psicoanalisi. Lo ha chiamato dopo Narciso, una giovane mitologica che è diventata ossessionata dal riflesso di se stesso che ha visto in una vasca d’acqua e, perché non riusciva a soddisfare questo desiderio, si deteriorò nel tempo. Il confronto è adatto, perché i sintomi, quando espressi, tendono ad isolare gli individui in due modi chiave. Le persone con narcisismo alienano gli altri nei contesti sociali demoralizzandoli, esprimendo i loro grandiosi sentimenti di auto-importanza. Gli individui narcisistici tendono a mancare di empatia per gli altri e tendono a ignorare o abbassare i segnali sociali che suggeriscono una necessità di simpatia o identificazione di gruppo con coetanei simili.

I segni del narcisismo possono variare, a seconda di quanto forte il tratto dominano una personalità. Il desiderio di essere lodato e ammirato è un tratto normale tra le persone e i narcisisti possono apparire normalmente all’inizio quando esprimono tali desideri. I sintomi diventano veramente evidenti quando un individuo inizia a distorcere la realtà su base routinaria per coltivare tale lode. La tendenza può cominciare da un narcisismo che esagerava i suoi talenti e le sue esperienze, ma quando questo non riesce ad avere l’effetto desiderato di concentrarsi sull’attenzione su se stesso, spesso ricorre a mentire e ingannare in vari modi per esaltare in modo surretti il ​​suo O la sua reputazione. Poiché i sintomi del narcisismo comportano la manipolazione psicologica degli altri, i narcisisti sono molto socialmente abili e spesso sono in grado di rappresentare un aspetto simpatico e umile in situazioni sociali casuali o al primo incontro delle persone.

Le cause del narcisismo possono essere auto-perpetuanti e implicano sentimenti di isolamento e di solitudine che sono aumentati dal comportamento narcisistico. Poiché i narcisisti si sentono sempre a disposizione di un trattamento speciale, questo li porta a sfruttare gli altri a coltivare tale trattamento, e tale sfruttamento inevitabilmente comporta la colpa di altri per problemi che essi stessi potrebbero aver avuto un grande ruolo nel causare. I narcisisti diventano abili a manipolare gli altri coltivando attentamente i sentimenti di ammirazione o paura. Essi controllano caratteristicamente individui che utilizzano la loro posizione sociale, autorità sul posto di lavoro o denaro per evidenziare le loro qualità attraenti e rendere gli altri sembrano inferiori inferiori.

I segni del narcisismo comprendono anche espressioni insolite di gelosia e difficoltà a mantenere relazioni intime. I sintomi del narcisismo possono anche includere tratti inaspettati, come ad esempio impostare regolarmente obiettivi alti che non sono realistici ma sembrano visionari o che si aspettano di essere trattati come leader con piani e obiettivi che gli altri dovrebbero seguire automaticamente. Mentre il narcisismo coltiva l’attenzione e l’aggrandimento personale, i narcisisti spesso sono disposti a rinunciare all’idea di cercare di far sentire le persone se vogliono intimidire gli altri per ammirarli. I narcisisti vogliono essere al centro di tutte le azioni sociali non come uguali tra i coetanei, ma come prodigio che altri invidiano o temono.