Quali sono i segni di un’infezione della vescica?

I segni di un’infezione della vescica sono abbastanza distintivi, rendendo la condizione molto facile da diagnosticare in molti casi. Infatti, un’intera famiglia di condizioni conosciute come infezioni delle vie urinarie (UTI) possono causare una costellazione di sintomi simili, con il solito trattamento che è la somministrazione di antibiotici per uccidere gli organismi dietro l’infezione. I pazienti devono consultare un medico se nota questi segni, perché le infezioni non trattate possono portare a danni renali o sepsi.

Un’infezione della vescica, nota formalmente come cistite, si verifica quando l’infiammazione e l’infezione appaiono nella vescica. Il sintomo più comune è la difficoltà di urinare, che può essere accoppiata con una sensazione della necessità di urinare, ma la minima uscita urinaria. Le persone possono anche provare un senso di pressione nell’addome inferiore, dolore e dolore intorno all’addome e all’indietro. L’urina prodotta può essere colorata o rossastra e può essere abbastanza dolorosa per urinare per alcuni pazienti. Un altro sintomo di un’infezione include una febbre, vertigini e senso di stanchezza.

Alcuni pazienti presentano infezioni ricorrenti, nel qual caso i segni di una infezione da vescica possono essere molto familiari. È ancora una buona idea per questi pazienti di cercare assistenza medica a meno che non abbiano ricevuto una prescrizione permanente per gli antibiotici in particolare per affrontare le infezioni ricorrenti della vescica. Se tre o più infezioni si verificano in un breve periodo di tempo, potrebbe essere necessario consultare un urologista per scoprire che cosa li causa.

I professionisti medici possono diagnosticare una UTI basata su un’intervista con un’intervista paziente in cui sono descritti i segni di un’infezione della vescica, ma spesso chiedono un campione di urina per confermare la presenza di batteri. È inoltre possibile eseguire uno studio di imaging ad ultrasuoni per fornire ulteriori informazioni sulla condizione del paziente. Nel caso di pazienti con infezioni ricorrenti della vescica, il fornitore di servizi sanitari può raccomandare un corso esteso di antibiotici per vedere se ciò impedisce la re-emergenza dell’infezione.

Ci sono alcuni passi che possono essere adottati per ridurre il rischio di sviluppare un’infezione della vescica, compreso il consumo di cose che aumentano l’acidità nelle urine, riducendo la popolazione batterica. Il succo di mirtilli è un rimedio domestico popolare per UTI, ed è meglio consumato su base regolare per evitare che l’infezione appaia in primo luogo. Il mantenimento di una igiene scrupolosa intorno all’uretra ridurrà anche i rischi di sviluppare un’infezione.