Cosa provoca un’epiglotta gonfia?

L’epiglotta gonfia è causata principalmente da infezione batterica, fungina o virale. Può anche verificarsi come conseguenza di lesioni dovute al caldo, alla deglutizione di un oggetto estraneo o al danno fisico all’epiglotta. Questa è una condizione medica pericolosa per la vita che richiede un’attenzione immediata. L’epiglottide è un pezzo di cartilagine dietro la lingua che copre la laringe per proteggere la trachea o la vescica, quando una persona inghiotte: impedire che cibi o liquidi entrino nel tubo che possa causare la soffocamento di una persona. Proprio come il soffocamento può interferire con la capacità di una persona di respirare, così può essere un gonfiore dell’epiglotta, in quanto entrambe le condizioni bloccano la via aerea.

La fonte batterica primaria di epiglotta gonfiata è il batterio di tipo b (Hib) di influenza haemofilus, che è anche un organismo responsabile di altre malattie come l’infezione del tratto respiratorio superiore e la meningite. Negli Stati Uniti, il vaccino Hib è diventato una routine alla fine degli anni ’80, il che ha provocato il gonfiore dell’epiglotta diventando una malattia non comune. Tuttavia, questo vaccino non protegge gli individui da altre fonti infettive che potrebbero causare la condizione di svilupparsi. Altre fonti di infezione includono la polmonite streptococcica, lo streptococco A, B e C e la varicella zoster. Questi organismi hanno anche la capacità di causare, rispettivamente, la polmonite, la gola strepica e il polso.

Il danno all’epiglotta sostenuto attraverso vari tipi di lesioni può anche portare a gonfiore dell’epiglotta. Il danno termico può verificarsi attraverso il degrado di contenuti che bruciano la gola come liquidi caldi. L’uso di droghe illecite può anche causare bruciore nella gola, inoltre, l’atto può causare una persona a inghiottire oggetti estranei come parti di tubi che vengono utilizzati nell’uso di stupefacenti. Inoltre, una persona che soffre di un contatto diretto fisico con la cartilagine o le aree circostanti della gola può anche danneggiare e gonfiare l’epiglotta.

L’epiglotta gonfia può essere contagiosa e colpisce sia i bambini che gli adulti. La malattia potrebbe svilupparsi in poche ore o in un paio di giorni. I sintomi comuni sono febbre, mal di gola e cambiamenti vocali. La deglutizione può diventare difficile e così dolorosa che una persona inizia a svenire. Anche la respirazione diventa difficile e una persona potrebbe sentirsi meglio sedendosi e sporgendosi in avanti.

Di solito, se una persona con epiglotta gonfie riceve una cure ospedaliere immediata e corretta, il risultato è positivo. Oltre alla guarigione dell’infezione, il trattamento richiede tipicamente un medico per assicurare che la persona interessata possa respirare. La capacità di respirare potrebbe essere risolta attraverso l’uso di ossigeno umidificato o di un tubo di respirazione. Antibiotici e corticosteroidi potrebbero essere usati per guarire l’infezione e ridurre il gonfiore.