Quali sono i sintomi del danno al cervello infantile?

Anche se il termine “danno al cervello infantile” potrebbe descrivere una vasta gamma di condizioni mediche, ognuna con i propri sintomi, ci sono alcuni segni che indicano danni al cervello di un neonato. Deformità fisiche, convulsioni, temperamento insolito e ritardi nello sviluppo sono tutti possibili segni di danno cerebrale in un bambino. Anche l’ittero, la difficoltà di respirazione e la bassa temperatura corporea possono essere indicatori. La conferma di qualsiasi diagnosi richiede l’esperienza di un medico.

Il danno al cervello infantile può verificarsi durante la gravidanza o dopo che il bambino è nato. Le cause includono lesioni fisiche, malattie e infezioni, nonché predisposizione genetica. Il danno del cervello potrebbe presentarsi come una qualsiasi di una serie di condizioni, con una gravità variabile e con un impatto diverso sulla vita e lo sviluppo del bambino.

Uno dei primi segni del danno cerebrale è l’aspetto fisico del bambino. Le deformazioni fisiche non sono sempre presenti, ma caratteristiche come una spina danneggiata, una fronte insolitamente grande o una distorsione del viso potrebbero indicare danni al cervello. Eccezionalmente piccoli neonati o neonati che hanno sproporzionatamente piccole teste potrebbero aver subito danni al cervello.

Nei primi minuti dopo la nascita, la salute di un neonato è tipicamente valutata usando un test Apgar. Tra le altre cose, questo test misura il respiro, la carnagione, la frequenza cardiaca e la respirazione del bambino. È stato progettato per determinare se il bambino richiede l’assistenza medica, ma alcuni dei fattori che vengono sottoposti a test indicano un potenziale danno al cervello e un basso punteggio di Apgar garantisce un ulteriore monitoraggio.

Altri fattori di rischio possono essere determinati alla nascita o poco dopo. La difficoltà di messa a fuoco della visione può essere un indicatore, come può essere una temperatura corporea bassa o fluttuante. I neonati affetti da danni cerebrali potrebbero non essere in grado di dormire sdraiati. Un bambino che ha difficoltà durante l’alimentazione potrebbe aver subito danni e un piangere frequente e inconsolabile potrebbe suggerire danni. I genitori devono tuttavia ricordare che le difficoltà di alimentazione e la fittiness sono comuni e questi fattori da soli o insieme non dovrebbero causare preoccupazioni indebite.

Come il bambino cresce, altri segni di danno al cervello infantile in genere si manifestano. Ogni bambino si sviluppa ad un tasso diverso, ma se un bambino è eccezionalmente lento nel tentativo di strisciare, camminare e parlare, il danno cerebrale è una possibilità. Anche la crescita fisica e lo sviluppo lento potrebbero indicare un problema.

Solo un medico può confermare una diagnosi di danni al cervello. Nei casi in cui questi segni sono osservati, il medico in genere trasmetterà il bambino per uno qualsiasi dei diversi test, a seconda dei sintomi osservati e della condizione sospetta. In alcuni casi, l’identificazione precoce può portare a un trattamento che può minimizzare i danni causati e contribuire a migliorare lo sviluppo del bambino, ma nella maggior parte dei casi i danni al cervello infantile sono irreversibili e l’assistenza medica può solo aiutare a gestire la condizione.